Adattare un modello a maglia

woman in brown sweater and blue denim jeans sitting on chair
Photo by Pavel Danilyuk on Pexels.com


Quando ci si imbatte in un modello a maglia che ci piace ma che non corrisponde alle nostre misure esatte, non è necessario rinunciare all’idea di realizzarlo. Adattare un modello a maglia alle proprie proporzioni può sembrare una sfida, ma con un po’ di pianificazione e alcune strategie, è possibile ottenere un capo su misura che si adatta perfettamente al nostro corpo. In questo articolo, esploreremo i passaggi fondamentali per adattare un modello a maglia utilizzando le proporzioni delle misure.

Modifica un modello

Prima di apportare le modifiche al modello, è indispensabile realizzare una campionatura del filato, per stabilire misure e comportamento dopo il lavaggio. Questo consentirà di apportare modifiche corrette e di adattare perfettamente il capo. Dopo aver realizzato un campione di almeno 10×10 cm occorre lavarlo delicatamente e asciugarlo steso per evitare di incontrare sgradevoli sorprese dopo la lavorazione; scoprire che il lavoro si allunga o si allarga dopo averci lavorato per giorni, o settimane potrebbe essere davvero spiacevole

Prendere le misure per adattare un modello a maglia

prendere le misure

Per adattare un modello a maglia alle proprie proporzioni,è necessario prendere le misure accurate del proprio corpo: busto, vita, fianchi, lunghezza delle braccia e/o altre parti del corpo coinvolte nel modello scelto. È anche utile fare riferimento a una tabella di misurazione standard per confrontare le proprie misure e determinare se si è più vicini a una taglia standard o se è necessario fare adattamenti significativi.

Analizzare il modello esistente

Il passo successivo è analizzare attentamente il modello a maglia che si desidera adattare. Studiare le istruzioni, i diagrammi e le dimensioni fornite dal designer e cosa molto importante valutare l’eventuale diversità del filato. Prestare particolare attenzione alle misure indicate nel modello originale e confrontarle con le proprie misure. Identificare le parti del modello che richiedono modifiche e decidere se è necessario regolare la larghezza, la lunghezza o entrambe.

Calcolare le proporzioni

Una volta comprese le differenze tra le misure del modello e le proprie misure, è possibile calcolare le proporzioni necessarie per adattare il modello. Ad esempio, se il modello richiede una larghezza del busto di 40 cm e la propria larghezza del busto è di 36 cm, è necessario ridurrlo . Per calcolare le nuove proporzioni ci viene in aiuto la regola del 3, che ci aiuterà ad adattare tutte le misure che ci servono partenendo dal campione e delle nostre misure .

Regola del 3

Adattare un modello a maglia: la regola del 3

Ipotizziamo che il modello che voglio realizzare preveda un campione 10X10cm di 21mX28f, mentre il mio campione 10X10 cm sia di 26mX32f; inoltre dovrò modificare alcune misure e la larghezza dietro del modello è 47 cm ma la mia larghezza dietro è 53cm . Per risolvere il problema la regola del 3 mi può essere molto utile.

Dovrò per prima cosa individuare tutti i dati da trovare: che siano essi in maglie o n° di ferri e poi andrò a calcolarli attraverso una piccola operazione matematica.

Dovrò moltiplicare il numero di maglie (o di ferri) del mio campione per la larghezza ( o la lunghezza) che intendo trovare e poi divido per i cm del campione stesso.Non è difficile e garantisce un ottimo risultato finale!

(cliccate sull’immagine per vederla ingrandita)



Modificare e adattare un modello a maglia

Una volta calcolate tutte le nuove proporzioni, ci potrà essere bisogno di apportare ancora alcune modifiche al modello. Per esempio se il modello ha dei punti particolari come pizzi, trecce o Faire Isle. Questo può comportare l’adattamento delle istruzioni per le taglie, l’aggiunta o la rimozione di maglie o l’aggiustamento delle lunghezze delle varie parti del capo. È importante prendere nota delle modifiche apportate al modello originale per poter riprodurre le stesse modifiche su altre sezioni o parti simmetriche del capo.

crop unrecognizable female designer drawing on paper in office
Photo by Karolina Grabowska on Pexels.com


Adattare un modello a maglia alle proprie proporzioni può richiedere tempo e concentrazione, ma il risultato finale di un capo su misura è gratificante. Prendere le misure accurate, analizzare attentamente il modello, calcolare le proporzioni, apportare le modifiche necessarie e fare delle prove sono i passaggi chiave per adattare con successo un modello a maglia. Con un po’ di pratica e pazienza, sarà possibile creare capi unici e personalizzati che valorizzano la propria figura. Ricordate sempre di tenere traccia delle modifiche apportate al modello per futuri riferimenti e adattamenti.

Ricordate che adattare un modello a maglia alle proprie proporzioni richiede una buona comprensione delle tecniche di maglia e delle basi di costruzione del capo. Se siete alle prime armi, potrebbe essere utile consultare libri di riferimento o cercare tutorial online che spieghino i concetti fondamentali.

Prendere le misure accurate, analizzare attentamente il modello, calcolare le proporzioni, apportare le modifiche necessarie e fare delle prove sono i passaggi chiave per adattare con successo un modello a maglia.

Inoltre, tenete presente che ogni modello è unico e potrebbero essere necessarie modifiche personalizzate per ottenere una vestibilità ottimale. Sperimentate, provate diverse soluzioni e non abbiate paura di fare errori. La pratica vi aiuterà a migliorare le vostre abilità nel modificare i modelli a maglia alle vostre misure.

Adattare un modello a maglia utilizzando le proporzioni delle misure richiede pazienza, attenzione ai dettagli e una buona dose di creatività. Ma con i giusti strumenti e le giuste conoscenze e tanta fiducia in voi sarete in grado di creare capi unici e su misura che vi daranno soddisfazione e orgoglio. Buona maglia!

Share this content:

Donatella

Ben arrivat* sul mio blog.Mi chiamo Donatella e ho imparato a lavorare maglia e uncinetto da bambina, quando nei pomeriggi d’estate frequentavo i corsi dalle suore. Crescendo ho accantonato per alcuni anni questa passione, per riprenderla con maggiore interesse quando a causa di un problema di salute cronico ho perso il lavoro. Perdere il lavoro per un problema di salute ha la capacità di annientare l’autostima ma la maglia, l’uncinetto, i filati mi hanno e mi aiutano ogni giorno a ritrovare il “bandolo della vita” districando un immaginario bandolo della matassa. Spero che questo blog e i suoi contenuti possano aiutare anche te!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *