twitter
facebook
friend feed
flickr

Si passa alla Televisione Digitale Terreste (DTT). Cosa cambia nella distribuzione?

FMC

FMC

È ufficialmente partita l’era del Digitale anche per la TV terrestre (sino ad ora trasmessa in analogico) e, dopo la Valle d’Aosta, il Piemonte e la
Sardegna, ora tocca al Lazio e alla Campania.
Anche in queste Regioni, è stata avviata la fase transitoria denominata “switch-over” (passaggio al digitale di alcuni canali in alcune zone),
che si concluderà, entro la fine di quest’anno, con lo spegnimento di tutti i sistemi analogici a favore di quelli in tecnologia digitale (switch off). Questo passaggio se da un lato consente di avere un numero maggiore di canali, una migliore qualità visiva e numerosi servizi aggiuntivi, dall’altro richiede l’utilizzo di appositi decoder (ricevitori) e, quantomeno, la rivisitazione della rete distributiva (partitori, derivatori, cavi, connettori, ecc).
Infatti, se è vero che i segnali digitali sono più “robusti” rispetto agli equivalenti analogici (nonostante i livelli di potenza inferiori), è altrettanto vero che tali segnali sono più sensibili a disturbi di tipo impulsivo ed alle interferenze in genere. Questo non è un problema da poco, se pensiamo che con i segnali digitali due sono le alternative: vedere benissimo oppure non vedere affatto! In un’ottica di continuo aggiornamento dei propri prodotti Micro Tek S.r.l., seguendo le direttive diramate dal DGTVi, ha messo a punto una serie di cavi in Classe A
che, alle ottime performances elettriche e meccaniche, uniscono un rapporto qualità/prezzo davvero interessante se paragonato ai principali concorrenti di mercato. Si tratta di 4 modelli di cavo di differenti dimensioni (si va da un diametro minimo di 4,20 mm per tratte brevi sino ad un diametro di 6,60 mm per le tratte di maggiore lunghezza) studiati per soddisfare le problematiche legate alla distribuzione dei segnali digitali in genere.
Tutti questi modelli di cavo si caratterizzano, al di là dei valori di attenuazione propri per ognuno di essi, per avere caratteristiche comuni:
• Alta efficienza di schermatura, >/= 85 dB per le frequenze comprese fra 30 e 2000 MHz. Infatti rispondono appieno alle direttive
della nuova normativa EN 50117 del Nov. 2004 in merito a tale parametro
• Bassi valori di attenuazione, se comparati a cavi di analogo diametro.
• Buona flessibilità e differenti colori della guaina: grazie alle differenti colorazioni della guaina viene facilitata l’identificazione dei collegamenti.
• Nuovo imballo EasyReel: permette di estrarre il cavo dall’imballo in maniera semplice risparmiando grazie alla riduzione di spezzoni a
perdere.
• Garanzia di 15 anni.
• Ottimo rapporto qualità/prezzo, grazie all’innovazione tecnologia utilizzata per realizzare la treccia (Allutynn).

Pagine: 1 2

Share

i commenti sono chiusi

Sfoglia Online

Il Filo Conduttore - Periodico di informazione tecnica ed attualità - Registrazione del Tribunale di Napoli n. 46 del 13/07/2009 - NDB Web Service Srl - Web Agency