twitter
facebook
friend feed
flickr

Il miglior compagno di viaggio? Un buon libro…

Michael Connelly La città buia

Michael Connelly La città buia

Ho sempre pensato che una vacanza non è tale se nella valigia non porto con me almeno un bel libro. Giro per librerie in cerca del mio compagno ancora prima di sapere quando e dove andrò. I libri sono come le colonne sonore dei film, per ogni momento della vita bisogna scegliere quello giusto. L’estate, con la sua allegria e con quel senso di rilassatezza che si porta dietro, è perfetta per un thriller. Abbandonato lo stress del lavoro quotidiano niente è più piacevole che perdersi in intrighi e trame avventurose. Perfetti a questo scopo sono i romanzi di Michael Connelly che cattura l’attenzione del lettore con la descrizione di una realtà sociale parte del mondo che ogni giorno viviamo.
Nato nel ‘56 a Philadelphia (USA), Connelly intraprende gli studi di ingegneria, spinto dal padre, ma nel 1980 al conseguimento della laurea inizia a collaborare con la redazione del Daytona Beach e Fort Lauderdale scrivendo, soprattutto, di cronaca nera. La grande occasione si presenta nel 1986, con la candidatura al Premio Pulitzer, quando, insieme a due colleghi, intervista i sopravvissuti di un disastro aereo.
Si aprono le porte del Los Angeles Times, dove Connelly arriva come giornalista criminologo e che lascia, qualche anno dopo, per dedicarsi a tempo pieno all’attività di scrittore diventando, in pochi anni, uno dei giallisti preferiti da pubblico, critica e cinema che trasforma i suoi libri in fi lm di successo. “Il giornalismo mi è servito per seguire da vicino il lavoro della polizia, conoscere da dentro i fatti più truci, capire la mentalità dei criminali” afferma Micheal Connelly. Difatti i suoi personaggi non sono mai banali, tanto da tratteggiare per il detective Harry Bosch, filo conduttore dei suoi thriller, un’evoluzione psicologica che va al di là della semplice necessità narrativa. Non solo personaggi accattivanti ma anche abile descrittore delle città che fanno da scenario alle storie, descrivendo luoghi ma soprattutto il disagio di una società sotto pressione e che mal si amalgama con la realtà. “Se oggi il thriller ha tanto successo è perché ha cambiato pelle: racconta la realtà in presa diretta, stimola pensieri, aiuta a riflettere su quel che accade nel mondo. E intrecciando storie che catturano il lettore, si è trasformato nel nuovo romanzo sociale” dichiara lo scrittore.
La città buia, pubblicato in Italia nel 2009, raccoglie tutti questi elementi e racchiude una storia di intrighi che fanno perno su un sentimento di paura mai sedato che l’America conserva dopo i fatti dell’11 Settembre, quando si è scoperta vulnerabile. La storia si concentra in ventiquattro ore dal momento del ritrovamento del cadavere del dottor Stanley Kent, freddato con due colpi di pistola alla nuca sul belvedere di Mulholland Drive. La tipica esecuzione di stampo malavitoso perde i contorni non appena si indaga sulla vita della vittima, che risulta non solo slegata da qualunque contatto con il crimine ma che lo vede, per questioni lavorative, autorizzato ad accedere liberamente a pericolose sostanza radioattive. Parte da qui un’intricata trama ricca di suspense, veloci cambi di scena e personaggi complessi il cui tratto umano meraviglia sempre. In questo libro Connelly dipinge un detective Bosh che, oramai alla soglia dei sessanta, per la prima volta fa i conti con l’età, cosa che gli permette di ammorbidire la sua visione della vita. “Il mio detective resta sempre un cinico, la cui idea di giustizia confina pericolosamente con il regolamento di conti – afferma lo scrittore – Harry ha una missione, anzi, un’ossessione che coincide con i casi a cui lavora: sa che deve sradicare le radici del male se vuole esorcizzare i fantasmi che si agitano dentro di lui.” Sarà anche questo il successo dei suoi romanzi? (L.M.)

Share

i commenti sono chiusi

Sfoglia Online

Il FILO CONDUTTORE

Direttore responsabile Antonio Soccol
Direttore editoriale Michele Canditone
Coordinamento editoriale Pina Silvestri
Editore Di Pietro Spa
Il Filo Conduttore - Periodico di informazione tecnica ed attualità - Registrazione del Tribunale di Napoli n. 46 del 13/07/2009 - NDB Web Service Srl - Web Agency