twitter
facebook
friend feed
flickr

Limoncello (Campania)

Liquore tipico della Campania

Il limoncello

Il limoncello

Ingredienti
· ½ litro di alcool a 90°
· ½ kg di zucchero bianco
· 800 g di acqua
· 6 limoni grandi non trattati

Preparazione
Lavare accuratamente i limoni, tagliarne le bucce tanto sottili da risultare quasi trasparenti, evitando scrupolosamente la parte bianca, e ridurle in piccole strisce. Lasciare le bucce così tagliate in infusione nell’alcool all’interno di un barattolo di vetro a chiusura ermetica, per almeno 24 ore. Trascorso il tempo di infusione, preparare lo sciroppo portando ad ebollizione l’acqua con lo zucchero, fino ad ottenere una consistenza non troppo liquida. Unire lo sciroppo all’alcool in infusione mescolando bene. Trasferire il liquore in un altro recipiente filtrandolo con l’aiuto di un imbuto rivestito da una garza o da carta filtro. Ripetere l’operazione una seconda volta, strizzando bene le strisce di limone. Infine, eliminare le bucce e versare il liquore in una bottiglia dal collo non troppo stretto. Il limoncello va servito freddo.

CURIOSITÀ E CENNI STORICI
Nato uffi cialmente a Capri nel ‘900, questo giovane liquore campano è conosciuto in tutto il mondo. La sua paternità è rivendicata da Sorrento, Amalfi e Capri, ma la varietà di leggende che ruotano intorno alle sue origini è tale da nascondere la verità. Alcuni fanno risalire la nascita alle invasioni saracene, come rimedio contro il freddo per pescatori e contadini, altri ritengono sia nato in un convento monastico per deliziare i frati tra una preghiera e l’altra.

Share

i commenti sono chiusi

Sfoglia Online

Il FILO CONDUTTORE

Direttore responsabile Antonio Soccol
Direttore editoriale Michele Canditone
Coordinamento editoriale Pina Silvestri
Editore Di Pietro Spa
Il Filo Conduttore - Periodico di informazione tecnica ed attualità - Registrazione del Tribunale di Napoli n. 46 del 13/07/2009 - NDB Web Service Srl - Web Agency